Media relations

Comunicati stampa

30.11.2022
Anima Alternative and Oquendo Capital have jointly arranged and subscribed long term notes (the“Notes”) issued by a vehicle owned by the Moretti family for the purposes of funding the acquisition of the entire interest in Lumson S.p.A. (“Lumson”) held by FSI SGR S.p.A., on behalf of the fund “FSI I”.

Lumson is a leading company in Europe in the design, development, production and decoration of primary packaging systems for the cosmetic and make-up market. The Capergnanica-based company has exceeded 130 million euros in turnover, with a sustained margin that reflects the strong positioning in the skincare segment and the high qualitative and technological content of its products, sold all over the world to the most important groups in the cosmetic industry.


The investment alongside Mr. Moretti represents the ninth investment of the first private capital fund of Anima Alternative and contributes to the successful deployment of its strategy to support Italian entrepreneurs and small and medium-sized enterprises in their development with customized long-term hybrid instruments.


For Oquendo, the deal marks a substantial landmark in its international development, as it is the first investment in Italy of Oquendo IV, its fourth-generation fund dedicated to providing flexible capital solutions to Southern European mid-market companies in the context of growth or shareholder reorganizations.


“Anima Alternative and Oquendo provided us in a timely manner with a highly flexible financial solution to support our willingness to increase up to 100% our ownership in Lumson and to implement our future plans for the Lumson group” declares Mr. Matteo Moretti.

“We have been impressed by the brilliant results reached by Lumson group thanks to its capacity to innovate in a growing industry”, Philippe Minard of Anima Alternative “and we are very happy to have the opportunity to contribute to its next stage of growth under the leadership of Matteo Moretti”.

“Lumson is the typical example of the family-owned businesses we aim to support. We are very excited to partner alongside Mr. Moretti and his executive team in their growth plans” said Alfonso Erhardt, Founding Partner of Oquendo Capital.


***


The internal team of Lumson, led by the Chairman Matteo Moretti and assisted by the director Francesco dell’Elmo, followed the financial aspects of the transaction, while Chiomenti acted as legal advisor to the Moretti family.
Anima Alternative and Oquendo Capital have been assisted by Studio Legale associato ad Ashurst LLP.

 Anima Alternative and Oquendo Capital - Lumson.pdf

20.10.2022
Anima Alternative SGR ha erogato un finanziamento subordinato per accompagnare KYIP Capital SGR e Datlas S.r.l. nell’acquisizione di Selecta Digital SpA (“Selecta”).

L’acquisizione di Selecta si inserisce in un progetto di piattaforma sviluppato da KYIP Capital e iniziato con l’acquisizione ad ottobre 2021 di Datlas S.r.l. con l’obiettivo di creare un player specializzato nei servizi di outsourcing, di data validation e multichannel communication, in grado di proporre competenze e capabilities trasversali a supporto dei processi di trasformazione delle informazioni da e verso il consumatore. L’integrazione di Datlas e Selecta è una tappa cruciale di questo progetto, in quanto le due società sono perfettamente complementari sia per tipo di attività e modalità di gestione dei servizi che di clientela.

Datlas è stata fondata nel 2017 da un gruppo di manager guidato da Fabrizio Soru e ha concluso l’esercizio 2021 con un fatturato di 11,5 milioni di euro, mentre Selecta vanta una storia decennale e ha raggiunto nel 2021 un fatturato di 42,1 milioni di euro. Il nuovo gruppo prevede di chiudere l’esercizio 2022 in forte crescita, in vista di una piena integrazione, che si prevede porterà ulteriori buoni risultati a partire dal 2023. Il nuovo gruppo sarà guidato da Fabrizio Soru in qualità di CEO, mentre gli attuali soci e manager di Selecta, Marco Corradini e Ludovico Carlo Diaz, parteciperanno attivamente allo sviluppo futuro del gruppo rispettivamente come Presidente del consiglio di amministrazione e Responsabile della Divisione Delivery.

Il coinvolgimento di Anima Alternative mediante la strutturazione e l’erogazione di un finanziamento subordinato a lungo termine consente di mettere a disposizione del gruppo e dei suoi soci uno strumento di quasi-equity ideale per accompagnare oggi l’integrazione tra Datlas e Selecta e domani la loro futura crescita. 

Si tratta dell’ottavo investimento del fondo Anima Alternative 1, in piena coerenza con la sua strategia ibrida che contempla investimenti in direct lending senior, subordinato ed equity di minoranza. Il fondo ha già investito più del 60% della propria dotazione e prevede di incrementare ulteriormente il suo deployment entro la fine del 2022.

***

“Il coinvolgimento di Anima Alternative ha permesso di finanziare con la giusta struttura del capitale un’operazione di vera integrazione industriale” dichiara Gianluca Losi di KYIP Capital SGR “e di fornire al nuovo gruppo risorse utili a portare avanti i suoi ambiziosi piani di sviluppo”. 

“Siamo molto lieti di poter accompagnare KYIP Capital, Datlas e Selecta in questo progetto di integrazione tra due aziende italiane di grande attrattività e che possono vantare ottimi risultati”, commenta Philippe Minard di Anima Alternative. “La capacità di mettere a disposizione una soluzione su misura, tipica dell’approccio di Anima Alternative, è stata cruciale per costruire, in tempi veloci, uno strumento perfettamente adatto alle esigenze sia attuali che future del nuovo gruppo e di KYIP”. 

***
Per gli aspetti legali Anima Alternative è stata assistita da Gatti Pavesi Bianchi Ludovici rispettivamente, dal partner Andrea Limongelli, dai senior associate Stefano Motta e Luca Coppola per i profili banking and finance e dall’equity partner Andrea Giardino e dal junior partner Filippo Sola per i profili corporate.

 Anima Alternative - Cs Datlas Selecta _.pdf

06.04.2022
Sottoscritto un accordo di co-investimento con Clessidra Private Equity SGR nell’acquisizione di Formula Impresoft SpA, Gruppo tra i più innovativi nel mercato software e dei servizi IT in Italia.

Anima Alternative SGR ha sottoscritto un accordo di co-investimento con Clessidra Private Equity SGR nell’acquisizione di Formula Impresoft SpA, Gruppo tra i più innovativi nel mercato software e dei servizi IT in Italia.

Creato nel 2018 e sviluppatosi nel corso degli ultimi anni attraverso una forte crescita organica e l’unione di aziende leader nei rispettivi settori di appartenenza (tra cui Formula Impresoft, 4wardPRO, Qualitas Informatica, NextTech, OpenSymbol, NextCRM e GN Techonomy), Impresoft Group è un gruppo specializzato nella fornitura alle aziende di soluzioni software proprietarie e di terzi, nonché di servizi di supporto e consulenza per la scelta delle migliori business application (spaziando dalle tecnologie in ambito ERP, alle tecnologie MES e CPM fino alle soluzioni in ambito CRM) e di tecnologie abilitanti la resilienza (cloud computing, modern workplace, cybersecurity), ovvero tutti i servizi e le soluzioni legate alla trasformazione digitale delle imprese.

Il coinvolgimento di Anima Alternative allargherà la base di azionisti del gruppo fornendo ulteriori capacità d’investimento all’ambizioso piano di sviluppo del gruppo Formula Impresoft.

Si tratta del sesto investimento del fondo Anima Alternative 1 e si inserisce perfettamente nella sua strategia ibrida che contempla investimenti in direct lending senior, subordinato ed equity di minoranza. A poco più di un anno dalla sua partenza, il fondo ha investito più del 40% della sua dotazione a conferma del suo corretto posizionamento di mercato.


***

“Il coinvolgimento di selezionati co-investitori rientra nella nostra strategia finalizzata alla crescita delle aziende in cui investiamo” dichiara Marco Carotenuto, Managing Director di Clessidra Private Equity SGR “e il gruppo ANIMA ha le caratteristiche e l’esperienza giusta per supportare il percorso di sviluppo di Formula Impresoft”.

“Siamo molto lieti di poter affiancare Clessidra in questo importante investimento”, commenta Philippe Minard, amministratore delegato di Anima Alternative, “in uno dei gruppi più dinamici nel settore IT italiano. Lo stesso gruppo ANIMA è stato un investimento di successo di Clessidra e ci auguriamo che questa rinnovata collaborazione possa contribuire allo sviluppo del gruppo Formula Impresoft”.

***

Per gli aspetti legali Clessidra è stata assistita dall’avvocato Pietro Zanoni dello Studio Advant – NCTM mentre Anima Alternative è stata assistita dagli avvocati Luca Magrini, Lucia Occhiuto e Anna Ferrari, dello Studio Cappelli RCCD.

 AnimaAlternative_CS_Impresoft_06042022.pdf

28.05.2021
Con questa operazione il portafoglio di investimenti di Anima Alternative 1 supera il 20% del patrimonio

Anima Alternative Sgr annuncia l’investimento nel gruppo Gnutti Cirillo. L’investimento è avvenuto tramite l’erogazione di un finanziamento subordinato a lungo termine, che si affianca al finanziamento erogato da un pool di primari istituti bancari, per realizzare l’acquisizione da parte di Giuliano Gnutti del 50% non ancora di sua proprietà di Gnutti Cirillo SpA.

Il gruppo Gnutti Cirillo è stato fondato nel 1951 dalla famiglia Gnutti ed è leader italiano nello stampaggio a caldo e nella lavorazione meccanica dell’ottone e di altri metalli non ferrosi con applicazioni nel mondo dell’industria e dell’idrotermosanitario. Il gruppo ha sede a Lumezzane (BS) ed è composto da diverse società operative, in particolare Gnutti Cirillo SpA e Tiemme Raccorderie SpA attive, a livello globale anche tramite controllate negli Stati Uniti e in diversi paesi europei. Nel 2020 il gruppo ha realizzato più del 60% del suo fatturato all’estero e, insieme ai suoi 660 dipendenti, ha dimostrato una notevole resilienza e capacità di adattarsi al contesto derivante dalla diffusione del covid-19.

L’investimento nel gruppo Gnutti esemplifica chiaramente la vocazione di Anima Alternative ad affiancare, con strumenti di lungo termine, imprenditori o investitori nella loro attività di sviluppo. Questa operazione, insieme agli altri due investimenti già completati, porta il portafoglio d’investimenti a superare il 20% di Anima Alternative 1 dopo pochi mesi dall’avvio della sua operatività.

“Il gruppo Gnutti – commenta Philippe Minard, amministratore delegato di Anima Alternative Sgr - rappresenta un’eccellenza italiana nel suo settore e siamo molto lieti di affiancare Giuliano Gnutti in questa nuova fase di sviluppo del gruppo. Il completamento dell’operazione conferma che il nostro posizionamento risponde in modo corretto alle esigenze di investitori alla ricerca di capitali di medio-lungo termine”.

“Abbiamo trovato in Anima Alternative un partner flessibile e affidabile”, dichiara Giuliano Gnutti, Amministratore Delegato del gruppo Gnutti - che ci ha messo a disposizione la soluzione migliore per accompagnare il nostro gruppo nel completamento di un’operazione articolata”.

 20210601_Nota_AA_Gnutti.pdf

07.01.2021
A seguito del nulla osta ricevuto da Consob a dicembre 2020, Anima Alternative ha avviato la commercializzazione del suo primo fondo

Anima Alternative Sgr, società di gestione del risparmio focalizzata sugli investimenti in private market e interamente controllata da ANIMA Holding, a seguito del nulla osta ricevuto da Consob nel mese di dicembre 2020, ha avviato la commercializzazione del suo primo fondo, per cui ha già ottenuto impegni di sottoscrizione e approvazioni da parte di investitori professionali per un totale di circa 117 milioni di euro.

Il Fondo ha predisposto il primo closing e avvierà la sua operatività nel mese di gennaio 2021.

In particolare, il Fondo Anima Alternative 1, promosso e supportato del Gruppo ANIMA, ha ottenuto adesioni dal Fondo Italiano di Investimento in qualità di cornerstone investor tramite il suo FoF Private Debt Italia, e da altri primari investitori professionali. Inoltre, il Fondo Europeo per gli Investimenti ha approvato la partecipazione ad un successivo closing, anch’esso come cornerstone investor.

Anima Alternative 1 è un fondo d’investimento alternativo chiuso, riservato e di diritto italiano il cui obiettivo di raccolta è di 150 milioni di euro (con un hard cap di 200 milioni).

Il fondo investirà prevalentemente in strumenti di debito (debito senior, unitranche / second lien e debito mezzanino) anche in direct lending e per una quota del 20% circa in partecipazioni azionarie di minoranza. Il fondo ha come target di investimento aziende italiane in buona salute, sia Pmi (fino a 250 dipendenti) che mid-cap (fino a 3.000 dipendenti), che necessitino di finanziamento a lungo termine, anche sotto forma di capitale di rischio, per accompagnare il proprio sviluppo.

“A seguito del primo closing, inizieremo l’attività di investimento”, dichiara Philippe Minard, Amministratore delegato di Anima Alternative, “abbiamo già individuato dei potenziali target e notiamo che, nel delicato contesto attuale, l’ampia flessibilità che caratterizza il Fondo suscita interesse da parte di aziende italiane alla ricerca di un partner finanziario di lungo termine”.

“Siamo molto soddisfatti dei primi riscontri ottenuti dal mercato e di poter annoverare tra gli aderenti al progetto alcuni dei più importanti investitori istituzionali, fra cui il Fondo Italiano di Investimento e il Fondo Europeo per gli Investimenti. La loro fiducia ci consente di avviare ora una seconda fase di raccolta”, afferma Andrea Mandraccio, direttore commerciale di Anima Alternative.

 CS_AnimaAlternative_Closing_20210107.pdf

15.09.2020
Anima Alternative 1 è un fondo di direct lending destinato a investitori istituzionali. Obiettivo di raccolta: tra 150-200 milioni di euro

Anima Alternative Sgr, società di gestione del risparmio focalizzata sugli investimenti in private market e interamente controllata dal Gruppo ANIMA, ha presentato oggi il suo primo fondo, Anima Alternative 1, nell’ambito dell’evento digitale Investire sull'Italia: Strategie, strumenti e protagonisti.

Anima Alternative 1 è un fondo chiuso di diritto italiano di direct lending, riservato a investitori istituzionali. Il primo closing del fondo è previsto entro la fine del 2020, con un obiettivo di raccolta tra i 150 e i 200 milioni di euro.

Il fondo investirà prevalentemente in strumenti di debito (debito senior, unitranche / 2nd lien e debito mezzanino) e per una quota del 20% circa in partecipazioni azionarie di minoranza.

Il fondo ha come target di investimento aziende italiane, sia Pmi (fino a 250 dipendenti) sia mid-cap (fino a 3.000 dipendenti).

Il lancio di questo primo fondo è un passo importante nel percorso di diversificazione del nostro business in un’area, quella dei private market, di grande interesse per rispondere alla ricerca di fonti di rendimento alternative da parte della nostra clientela e complementare rispetto ai segmenti di mercato che già copriamo”, dichiara Alessandro Melzi d’Eril, Amministratore delegato di ANIMA Holding e Presidente di Anima Alternative SGR.

Il primo fondo di Anima Alternative ha l’obiettivo di rispondere in modo flessibile alle esigenze di finanza a medio-lungo termine delle Pmi italiane e rappresenta il punto di partenza nella costruzione di una piattaforma italiana di fondi alternativi, che comprenderà fondi di private debt nonché altre asset class”, dichiara Philippe Minard, Amministratore delegato di Anima Alternative.

Abbiamo già raccolto l’interesse di alcuni investitori istituzionali italiani di primo piano a partecipare in modo significativo al fondo”, afferma Andrea Mandraccio, direttore commerciale di Anima Alternative, “siamo soddisfatti dei segnali di fiducia che stiamo raccogliendo in questo nuovo progetto, che allarga ulteriormente le soluzioni di ANIMA dedicate agli investitori istituzionali”.

 CS_AnimaAlternative_Fondo1_20200915_.pdf

29.07.2020
Banca d’Italia autorizza la nuova società del Gruppo ANIMA focalizzata sui private market

Anima Alternative Sgr ha ricevuto da Banca d’Italia l’autorizzazione a operare.

La società di gestione del risparmio, interamente controllata dal Gruppo ANIMA, è stata costituita nel mese di febbraio 2020 ed è focalizzata sugli investimenti in private market.

I programmi di sviluppo di Anima Alternative prevedono come primo passo il lancio di un fondo di direct lending entro il 2020.

La creazione di Anima Alternative è un passo importante in un percorso di diversificazione del business e di rafforzamento delle capacità del Gruppo ANIMA nell’offrire soluzioni dedicate per investitori istituzionali”, dichiara Alessandro Melzi d’Eril, Amministratore delegato di ANIMA Holding e Presidente di Anima Alternative SGR; “i private market sono un’opportunità interessante per rispondere alla crescente ricerca della nostra clientela di fonti di rendimento alternative a quelle tradizionali e riteniamo che ci sia spazio in Italia in questo segmento per un operatore come Anima”.

Con l’autorizzazione di Banca d’Italia siamo ora pienamente operativi e possiamo proseguire nel nostro percorso di start up, che prevede già entro la fine dell’anno il lancio di un primo prodotto, un fondo chiuso di direct lending di diritto italiano”, aggiunge Philippe Minard, Amministratore delegato di Anima Alternative.

 CS_AnimaAlternative_Aut_20200729.pdf